Past for Future – Videogioco Museo Marta Taranto

Past for Future museo taranto game cover
21 Dicembre 2018 cultura 1

Dopo il successo mondiale di Father and Son, arriva il videogioco ufficiale del Museo Archeologico Nazionale di Taranto realizzato in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Past for Future, sviluppato dal collettivo di artisti TuoMuseo, è disponibile gratuitamente su App Store e Google Play.

DOWNLOADVERSIONE GOOGLE PLAY  / VERSIONE APP STORE

Past for future è un gioco 2D narrativo a scorrimento orizzontale che esplora i sentimenti umani connessi con il nostro presente, ingabbiato tra ciò che sarebbe potuto accadere a fronte di scelte diverse nel passato e quello che potrà essere nel nostro futuro. Attraverso il viaggio, fisico e metaforico di William, ci muoveremo da Londra a Taranto alla ricerca di una misteriosa donna scomparsa.

Past for Future è un’esperienza. Un lungo viaggio investigativo nella città di Taranto e nei tesori del Museo Archeologico Nazionale di Taranto. La domanda a cui devi rispondere non è “Dove?” ma “Quando?”.

Past for Future game tuomuseo

William dovrà intraprendere un viaggio che lo condurrà a svelare misteri e a scoprire i tesori del Museo Archeologico di Taranto – MArTA. Il vero protagonista di Past for Future è proprio il giocatore. Ogni sua mossa e ogni sua scelta influenzeranno la storia e porteranno a finali alternativi. William interagirà con tanti personaggi con dialoghi a scelta multipla che cambieranno il corso della storia. Il giocatore si muoverà in diversi luoghi anche attraverso i salti temporali che lo porteranno nella Taranto colonia spartana, oltre che nelle zone di provincia, nella Taranto sotterranea e alla Tomba degli Atleti.

Fabio Viola, Game director del progetto: “Past for Future si candida ad essere un’espressione artistica e culturale della contemporaneità ed eleva il videogioco a forma d’arte dei nostri giorni. Il Museo Archeologico di Taranto di Taranto diventa così tra i primi musei al mondo a esplorare questo nuovo linguaggio per raggiungere e comunicare con un pubblico mondiale. Dopo aver fatto commuovere oltre tre milioni di giocatori con Father and Son, dopo aver trasformato Firenze in un’immensa area dove collazionare carte storiche con Firenze Game, Past for Future rappresenta un progetto pioneristico per stimolare il turismo videoludico nell’area di Taranto”.

Taranto videogioco Puglia

Cultura e videogame sono due parole che ormai possono e devono viaggiare insieme: per la prima volta, la collaborazione tra il Ministero dei Beni Culturali e delle Attività Culturali e il MArTA ha messo al centro un videogioco per valorizzare turisticamente tutta l’area di Taranto e dintorni.

“Past for Future” dichiara Eva Degl’Innocenti, Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Taranto, “è la sintesi di valori-chiave dell’essenza del MArTA come ‘testa di ponte’ di un museo diffuso nel territorio: legame identitario; Taranto città delle culture; interrelazione tra archeologia, paesaggi culturali e contemporaneità; educazione, ricerca e innovazione. Past for Future è il simbolo della rinascita di Taranto attraverso il MArTA e la cultura”.

Il MArTA, il più importante museo della Magna Grecia, è l’anello di congiunzione di una storia familiare che si sviluppa a Taranto, con scenari splendidamente ricreati da Tida Kietsungden: il giocatore sarà catapultato nel porto di Taranto, passeggerà tra le vie del centro storico, visiterà lo splendido Museo Archeologico e si tufferà nelle strade della città.

museo videogioco ufficiale

“L’idea di manipolare il tempo racchiude in sé una suggestione struggente” dichiara Loredana Capone, Assessore Industrie Turistiche e Culturali della Regione Puglia, “Se questa idea la si proietta sulla storia di Taranto e del suo territorio, la suggestione si trasforma in nostalgia del passato e del futuro insieme. Quello che ci aspettiamo di Past for Future è di dare forma al desiderio di bellezza che Taranto ispira, al di là delle contraddizioni del presente. È già questo sarà una potente leva turistica.”

A fare da sfondo a Past for Future c’è la colonna sonora originale creata appositamente dal musicista polacco Arkadiusz Reikowski. Le grafiche sono dipinte a mano dall’illustratrice canadese Tida Kietsungden che vanta importanti esperienze passate con SquareEnix, Capcom e Warner Bros. La direzione artistica resta affidata a Sean Wenham, già Ubisoft e Sony UK. Infine il coordinamento del progetto è a cura di Massimiliano Elia, con una decennale esperienza nell’industria entertainment.

Queste le parole di Antonio Parente, direttore generale della Fondazione Apulia Film Commission: “Lo sviluppo videoludico è un settore che rincorriamo da tempo, sia perché le strutture narrative dei videogiochi sono ormai concepite come fossero dei film, sia perché, numeri alla mano, il settore gaming cresce esponenzialmente in termini di fatturato e utili. La Puglia per il mondo del cinema e della tv è ormai una certezza. Speriamo che questo meraviglioso progetto, che concilia arte e intrattenimento, possa fare da apriporta per lo sviluppo dell’industria videoludica nella nostra regione”.

Sul sito ufficiale http://www.pastforfuture.it è possibile trovare ulteriori informazioni.

Autore

Fabio Viola: Coordinatore Area Gaming per la Scuola Internazionale di Comics, Fondatore associazione culturale TuoMuseo, ha lavorato su centinaia di videogiochi (Fifa, The Sims, Tetris) e progetti di audience engagement per multinazionali private ed enti pubblici. Tiene corsi presso numerose università ed è l'autore di Father and Son, il primo videogioco al mondo pubblicato da un museo.

1 Commento

  1. Giovanna Tomassucci

    26 Gennaio 2019
    Rispondi

    Bello & interessante, ma lo si potrà vedere per intero anche senza andare a Taranto? Giovanna T.

Vuoi condividere la tua?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Lascia un commento

*